Mercoledì
13:18:08
Maggio
11 2022

ELENA al Teatro Carcano di Milano

Dal 12 al 15 maggio ELENA
di Ghiannis Ritsos
Regia Andrea Chiodi

Chi non è rimasto affascinato dalla figura di Elena, una delle più belle donne dell'antichità?

Per lei si scatenò a Troia una sanguinosa guerra durata dieci anni.

Eppure un'altra Elena si scopre ai nostri occhi nel monologo lirico che Ghiannis Ritsos compose nel 1970.

La versione del mito che ci offre il poeta greco è un vero e proprio ribaltamento dell'immagine di Elena che la tradizione letteraria ci ha donato.

View 1.9K

word 421 read time 2 minutes, 6 Seconds

La Elena interpretata da Elisabetta Pozzi ha rinunciato alla bellezza effimera, scivolata via ormai molti anni addietro: la sua bellezza adesso è ben altra, quella dell’esperienza.

L’esperienza di una vita vissuta all’insegna dell’amore, tra le braccia forti dei vari amanti trepidanti per lei: quell’amore diventato adesso un ricordo che non genera più alcuna passione, ma solo malinconia e forse rimpianto.

Questa Elena è una donna del presente, a noi più vicina, quasi un’amica che tra un bicchiere di whisky e una sigaretta si confida ad un soldato o al fantasma di un amante valutando la propria esistenza, eccezionale certo, ma che adesso sta volgendo alla fine. In una scena che potrebbe evocare un vecchio locale o un’abitazione che porta il segno del tempo, si aggira, come una fantasma, una donna che torna con il pensiero, ossessivamente, a ciò che è stato, ad un’esistenza lontanissima dal presente, una vita fatta di memoria, glorie ed onori.

Offre di sé un ritratto assai impietoso ed ironico, non vergognandosi di presentare nella sua abitazione fatiscente quel degrado e senso di vuoto che ora la circonda, oramai derisa anche da ancelle irriverenti che le fanno dispetti.

Eppure la “vecchia” Elena di Elisabetta Pozzi oltre a regalare memorie, riflessioni, immagini che il tempo non scalfisce offre al suo pubblico il fascino eterno di chi ha acceso i cuori degli eroi, rendendo per questo anche lei un’eroina immortale.

Recitata con la classe della grande attrice al vertice della maturità espressiva, in un sapiente dosaggio di parole e gesti, sussurri e declamazioni, che dialoga direttamente con la musica composta da Daniele D'Angelo, la storia della donna Elena continua ad ammaliare.

Dal 12 al 15 maggio

ELENA di Ghiannis Ritsos

Traduzione Nicola Crocetti
Con Elisabetta Pozzi

Musiche: Daniele D’Angelo (eseguite dal vivo dall’autore

Regia Andrea Chiodi

Produzione Centro Teatrale Bresciano

ORARI: giovedì e sabato ore 20.30, venerdì ore 19.30, domenica ore 16.00

PREZZI: poltronissima € 38,00 |poltrona/balconata € 30,00

VENDITE ONLINE: www.teatrocarcano.com

TEATRO CARCANO corso di Porta Romana, 63 - 20122 Milano

info@teatrocarcano.com | www.teatrocarcano.com


Source by Lucia Ferrigno


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / ELENA al...i Milano
from: ladysilvia
by: MilanoFoodLab